Oxygen Chrome

giovedì 7 ottobre 2010

Studi su di un virus risalente a circa 19 milioni di anni fa

 
I biologi dell’Università del Texas studiando il DNA di uccelli fossili, hanno trovato tracce di alcuni virus, che sembra infettò il fegato di questi vertebrati. Il virus scoperto inoltre sembra essere molto simile all’attuale virus dell’epatite B . I risultati sono stati pubblicati su PLoS Biology. Le scoperte fatte sono molto importanti perché evidenziano che per studiare l’evoluzione dei virus si deve studiare il DNA degli organismi infettati. I virus infatti non lasciano fossili e subiscono mutazioni molto velocemente. 

I virus silenti integrano il loro dna a quello delle cellule non somatiche dell’organismo, quindi si trasmettono da una generazione all’altra, quindi diventano una sorta di ‘fossili molecolari’ che possono essere studiati dai ricercatori.

Nessun commento:

 

seleziona un post a caso

Online da
giorni!
Preleva
Si è verificato un errore nel gadget

numero di visitatori già venuti sul blog: